San TIMOTEO 2020 ricordando il 2015

0
267

Consegna della Reliquia del Capo di sa Timoteo da parte del vescovo Gianfranco De luca alla parrocchia di san Timoteo in Termoli alla presenza del cardinale Angelo Comastri che presiede la celebrazione eucaristica.

Quest’anno per evidenti, anche se tristi e costrittivi motivi, pure noi, come tante altre comunità, saremo privati della possibilità di celebrare, con i riti liturgici partecipati e animati dai fedeli.
Per non privare le nostre attese, per tenere vivo il ricordo, per “ravvivare” in ciascuno di noi la ricchezza della figura di san Timoteo, a partire da oggi, presenteremo la ricchezza vissuta negli anni scorsi. Non è un nostalgico, sterile e quindi inutile rifugiarci nel passato, quanto un tenere vivo il desiderio ed esprimere comunque fede e devozione lasciandoci prendere per mano dal santo protettore per approdare, assieme a lui, presso il Pastore supremo Cristo Signore. Iniziamo con una liturgia ortodossa celebrata nella nostra Basilica Cattedrale ove, come si sa, è custodito il corpo di sanTimoteo rinvenuto l’11 maggio 1945 dopo che fu lì occultato dal vescovo Stefano nel 1239 come attesta il documento lapideo che sovrastava il loculo contenete la cassetta lignea entro la quale era custodita la sacra reliquia. A tutti auguro un buon inizio di preparazione alla festa timoteana in tempo di pandemia.

Articolo precedente6 Maggio 2020: Maria, donna accogliente
Articolo successivoNo alla paura. Sì alla fiducia
La Parrocchia di San Timoteo di Termoli fu costituita da Mons. Oddo Bernacchia, con bolla 1/1/1954. La Chiesa di San Timoteo di Termoli è una struttura neogotica con una sola navata, e fu costruita su progetto dell’ing. Ugo Sciarretta. Unica nel suo genere vanta il prestigio d'essere una delle prime chiese costruite in cemento armato senza colonne centrali per questo ha meritato d'essere citata anche nei libri di storia dell'arte. Il vescovo Mon. Oddo Bernacchia avendo dato questo titolo alla neo parrocchia lo fece con l'intendo" di rendere omaggio al diletto discepolo di Paolo, San Timoteo il cui venerato corpo tornava alla luce, nella nostra Cattedrale, nel maggio del 1945 per u na fortuita circostanza.... "La chiesa ad una sola navata si dispiega ampia e solenne; con le pareti solcate dda strutture portanti che accennano ad uno stile leggermente gotico, invita ad elevare lo spirito a Dio nello slancio della preghiera (Mons. Biagio D'Agostino, Termoli e la sua Diocesi, 1978, p.179).