16.5 C
Comune di Termoli
lunedì, 22 Aprile 2024
HomeVangelo StrabicoAnno BDio, per servirci, si inginocchia davanti a ciascuno di noi

Dio, per servirci, si inginocchia davanti a ciascuno di noi

-

Giovedì Santo, Cena del Signore

Dio, per servirci, si inginocchia davanti a ciascuno di noi

 (Esodo 12,1-8.11-14; ! Corinzi 11,23-26; Giovanni 13, 1-15)

Ascoltiamo il Vangelo:

“Prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine. Durante la cena, quando il diavolo aveva già messo in cuore a Giuda, figlio di Simone Iscariota, di tradirlo, Gesù, sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti, prese un asciugamano e se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugamano di cui si era cinto. Venne dunque da Simon Pietro e questi gli disse: «Signore, tu lavi i piedi a me?». Rispose Gesù: «Quello che io faccio, tu ora non lo capisci; lo capirai dopo». Gli disse Pietro: «Tu non mi laverai i piedi in eterno!». Gli rispose Gesù: «Se non ti laverò, non avrai parte con me». Gli disse Simon Pietro: «Signore, non solo i miei piedi, ma anche le mani e il capo!». Soggiunse Gesù: «Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto puro; e voi siete puri, ma non tutti». Sapeva infatti chi lo tradiva; per questo disse: «Non tutti siete puri». Quando ebbe lavato loro i piedi, riprese le sue vesti, sedette di nuovo e disse loro: «Capite quello che ho fatto per voi? Voi mi chiamate il Maestro e il Signore, e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi»”.

“Li amò fino alla fine”. Un amore totale e totalizzante quello di Gesù. Lui sa bene che ormai è giunta la sua ora, quella cioè di donarsi completamente attraverso la passione e la morte. Ancor prima vive un ultimo momento di intimità con coloro che ha aggregato attorno a sé. Sa bene che sono deboli, fragili, non preparati. Li ha scelti lui. Hanno camminato con lui per le strade polverose, hanno assistito a tante guarigioni, hanno ascoltato tutti suoi discorsi, talvolta sono stati rimproverati ma Gesù vuole consegnare un ultimo insegnamento. Questa volta fatto di gesti e non di parole. Il comportamento insegna più di tante belle espressioni e narrazioni.

“Si alzò”. “Depose”. “Prese”. “Lo cinse”. “Versò”. “Cominciò a lavare”. “Asciugarli”. In questi verbi, tutti da lui interpretati in prima persona, è raccontato e contenuto tutto il desiderio di Dio di mettersi ai nostri piedi pur di dimostrarci il suo amore. Sì! Dio si inginocchia per mettersi al nostro livello. Si china sulle nostre ferite e debolezze. Prende in mano i nostri piedi, il nostro cammino. Lava, deterge, tonifica. Insegna e consegna a ciascuno di essi il compito di fare altrettanto.

“Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi”. Anche loro, suoi amici, e, dopo di loro, anche noi dobbiamo essere suoi imitatori. Dobbiamo scomodarci, deporre, prendere, cingere  versare e cominciare a lavare. Anche noi, copia/incolla. Copiare da Gesù e incollare nella vita dei fratelli la capacità di raggiungerli, chinarci verso di essi, servirli.

È nel servizio il vero tasso di amore verso l’altro. L’amore se fosse in qualche modo misurabile si misurerebbe nella capacità di servire. In questo verbo, come una matrioska russa si nascondono e sono custoditi altri verbi che ne esplicitano ed estrinsecano la portata. Ne amplificano il significato. Esplicitano la consistenza stessa del mettersi al servizio.

Per servire occorre accogliere, avvicinare, toccare, donare. Tutto questo non può essere generato se prima non scomodiamo noi stessi. Se non ci priviamo di qualcosa. Se non ci infliggiamo delle decurtazioni. Togliere per dare, mettersi da parte per fare spazio, allargare i confini del cuore per accogliere. Privarci per straripare beneficamente nella vita degli altri. Nessun amore è senza sacrificio.

Gesù per amarci “fino alla fine” si è inginocchiato. Noi per amare dobbiamo abbassarci all’altezza dell’altro. Incontrarlo. Visitarlo nel suo territorio. Accettando la sua mentalità, il suo modo di essere e di fare. Non colonizzare la sua vita ma rispettarla com’è. E quando abbiamo raggiunto lo scopo dobbiamo ritenere, sdebitando di ogni riconoscenza chi ha ricevuto il nostro beneficio, che è stato un onore poter servire il nostro prossimo. Anzi, ancora di più: dobbiamo cercare d’essere degni di servire perché il servizio è la testimonianza più alta e più nobile del nostro amore perché ci rende più somiglianti a Dio. Nulla, nella vita, vale più di questo.

Parrocchia San Timoteo
Parrocchia San Timoteohttps://www.santimoteotermoli.it/wp
La Parrocchia di San Timoteo di Termoli fu costituita da Mons. Oddo Bernacchia, con bolla 1/1/1954. La Chiesa di San Timoteo di Termoli è una struttura neogotica con una sola navata, e fu costruita su progetto dell’ing. Ugo Sciarretta. Unica nel suo genere vanta il prestigio d'essere una delle prime chiese costruite in cemento armato senza colonne centrali per questo ha meritato d'essere citata anche nei libri di storia dell'arte. Il vescovo Mon. Oddo Bernacchia avendo dato questo titolo alla neo parrocchia lo fece con l'intendo" di rendere omaggio al diletto discepolo di Paolo, San Timoteo il cui venerato corpo tornava alla luce, nella nostra Cattedrale, nel maggio del 1945 per u na fortuita circostanza.... "La chiesa ad una sola navata si dispiega ampia e solenne; con le pareti solcate dda strutture portanti che accennano ad uno stile leggermente gotico, invita ad elevare lo spirito a Dio nello slancio della preghiera (Mons. Biagio D'Agostino, Termoli e la sua Diocesi, 1978, p.179).
Comune di Termoli
cielo sereno
16.5 ° C
16.5 °
16.5 °
55 %
6.4kmh
3 %
Lun
19 °
Mar
15 °
Mer
14 °
Gio
16 °
Ven
16 °

Ultimi articoli

Articoli Popolari

Ultimo video

Accessibility